"Tutta la terra si riverserà su questo Monte"

Monfenera, 4 Agosto 2017 Ore 17:57

Nel Nome…
Miei cari figlioli, Gesù luce del mondo, sia la vostra pace, Dio Padre Onnipotente, vi doni la sua santa grazia e misericordia, lo Spirito Santo, vi colmi di gioia e l’amore Trinitario, sia sempre con voi, figlioli miei. Sia lodato Gesù Cristo.
Amati figlioli, grata è l’anima mia, per le vostra presenza costì, questa sera in questo luogo Santo e Benedetto, così, così tribolato, così sofferente, così non compreso, ma deriso, guai a voi se lo fate, questo dice Gesù, non dovete mai e poi mai deridere ciò che Dio, ha stabilito in questo luogo e in altre parti del mondo.
Non vergognatevi, di appartenere al Regno di Dio Padre Onnipotente, Signore nostro del Cielo e della terra, non vergognatevi di essere appartenenti alla Chiesa Cattolica, Apostolica,   Romana.
Sorreggete il Santo Padre con la preghiera, in questo momento, Egli è, oberato da tutti i lati, è oberato di insulti, questo non va bene, non va bene figlioli, Egli vi è stato posto durante questo tempo proprio per aiutare il mondo, per aiutare voi e dunque.
Ora pregate aprendo i vostri cuori a Dio nostro Padre. Pregate.

PADRE NOSTRO, CHE SEI NEI CIELI…
Una luce radiosa miei cari figlioli, sta avanzando verso di voi, è la luce di Gesù, illuminerà i vostri cuori, le vostre anime, il vostro cammino terreno fino un giorno a raggiungere alla luce del Cielo, del Santo Paradiso, è la luce di Gesù, che riscalda il vostro cuore.
Figlioli, è da tanto tempo che il mio sorriso viene a mancare, solo qualche volta, perché sono triste figli, perché non m’ascoltate, quante volte vi ripeto sempre le stesse cose e voi, niente, ignorate tutto quello che vi dico, quante volte vi ho chiesto di accendere la luce nelle vostre case, magari con un piccolo gruppo di preghiera, dedicato alla mamma degli Angeli Custodi, iniziate, ma poi lasciate andare tutto, perchè non è così che si ascoltano i messaggi che Gesù, mi manda a dire per voi, ancora una volta vi chiedo  figlioli, perché non leggete la Parola di Gesù, è un alimento meraviglioso, non c’è energia al mondo come la Parola di Gesù, la Parola di Gesù, deve vivere dentro di voi, la Parola di Gesù, è salvificante, la Parola di Gesù, deve essere parte anzi, la vostra vita deve essere impermeata su questa Parola, la Parola di Gesù, allora non vi sarebbero molte guerre, non vi sarebbe l’odio, non vi sarebbero, le ostilità, le calamità, se veramente voi pregaste aprendo i vostri cuori, molti cuori sono tristi anche in mezzo a voi, non dovete, dovete essere nella gioia.
Dio non vi castiga figlioli, Dio vi prova questo si, prova i suoi figli, desidera vedere quanto amore voi avete verso di Lui, ma vi aiuta, è la prova se voi lo chiedete in umiltà, vi aiuta, vi soccorre.
Non pregate mai il vostro Angelo Custode e pensare, che vi stato dato fin da piccoli e voi ve ne siete già scordati, come è possibile ciò, ve ne siete già dimenticati. Quando siete in difficoltà, se chiamate il vostro Angelo Custode, egli accorre, vi aiuta, vi sorregge, vi parla nel cuore, vi indica la strada da seguire e allora figlioli.
Vi prego e ve ne supplico Convertitevi, Convertitevi, Convertitevi, il tempo passa inesorabilmente ed è urgente che nel vostro cuore, vi sia la consapevolezza di ciò, vi prego, Convertitevi, Convertitevi, Convertitevi, ve ne supplico figlioli, ascoltatemi, Convertitevi, Convertitevi, Convertitevi. Preghiamo.

ANGELO DI DIO, CHE SEI IL MIO CUSTODE…
“ I Cieli narrano la gloria di Dio e la mia anima magnifica il Signore” ”Vieni Signore Gesù, vieni presto deh non tardare”.
Amati figlioli, le chiese sono vuote, perché non andate più nelle vostre parrocchie, nelle vostre chiese, dove andate, dove andate, vi prego non abbandonate le vostre chiese, ma riempitele, Gesù vi aspetta sempre.
Rispettate le persone anziane, perché vengono maltrattate proprio dove vi risiedono, nelle case di riposo e anche in qualche famiglia, non agite così, sapete che andate contro Dio, nostro Padre, siate sempre benevoli, rispettosi, attenti, attenti alle necessità del vostro prossimo, quando vi tende una mano, non ignorate questa richiesta, ma anzi prodigatevi.
Vi vedo ad uno, ad uno e pongo ora un segno di croce, sulla vostra fronte, nelle vostre mani e nel vostro cuore, è Gesù che desidera questo.
Figlioli, vi attendo anche tra non molto nel giorno della mia festa, grande festa in Cielo e sulla terra e allora, voi già conoscete qual è questo giorno, deve essere una festa gioiosa, tutto un canto, tutta un’armonia.
Non siate tristi, non piangete, siate misericordiosi, amatevi gli uni, gli altri questo vi dice Gesù e anche Gesù, vi dice questo, “Fatevi coraggio, perché Io, ho vinto il mondo” e allora prima di andarmene, desidero che meditiate del Profeta Isaia, i capitoli, 7- 10- 14 -15, dal Vangelo di San Marco il cap. 4, dai Salmi, mediterete il Salmo, 18A – 22 – 25 – 33, dall’Apocalisse di Giovanni con molta attenzione, meditate i capitoli, 10 e 13, dagli Atti degli Apostoli, i capitoli, 2 e 4. Preghiamo.

GLORIA AL PADRE…
Figlioli, grazie per essere qui anche questa sera, la mia anima gioisce, pioveranno dal Cielo grazie, benedizioni e favori celesti a chi crede e anche a chi non crede, chi non crede che qui la mamma degli Angeli Custodi, da lungo tempo viene per voi, è inviata da Dio Padre Onnipotente, nostro e vostro Signore.
Benedico il vostro rosario, tutto quanto avete, voi qui riuniti in preghiera, le foto, le vostre famiglie, i fanciulli, la Chiesa, il Santo Padre, questo luogo Santo e Benedetto, i miei amati figli sacerdoti tutti, tutti i sacerdoti del mondo, la nostra casa di preghiera, i piccoli e in modo specialissimo, gli ammalati in spirito e nel corpo. Vi benedico figlioli e ci benedica Dio Padre Onnipotente.

Nel Nome…
La pace, la grazia, la gioia e l’amore infinito di Gesù, sia sempre, ma sempre con voi figlioli miei. Sia Lodato Gesù Cristo. Viva Gesù, viva Gesù, viva, viva, viva Gesù. Pace, pace, pace figlioli, la pace del Signore Gesù, si sempre con voi. A presto figlioli, a presto, arrivederci, a presto, arrivederci, a presto, a presto.
Quello che desideri tu, lo desidera anche la mamma del Cielo, ma non ora, più in la.
Benedicamus Domino ( Deo Gratias ).