Guarigione di Madre Angelica (Mother Angelica)

miracolo mother angelica
Avvicinandosi al suo 75° compleanno, costretta da una grave infermità che la ridusse in una immobilità da circa 42 anni, Madre Angelica faceva grandi sforzi per proseguire la sua missione.
Paola Albertini mistica italiana, ha incontrato per la prima volta la Reverenda Madre Il 28 gennaio 1998, in Alabama ( USA ).

Come da accordi presi con la religiosa, dopo il suo show alla televisione in diretta, la EWTN, canale televisivo cattolico mondiale, fondato da, Madre Angelica, avvenne poi la preghiera del Santo Rosario in latino nel suo studio con Paola, zia Lina, l’interprete Rita Heap, Ginette e due consorelle. Nel quarto mistero avveniva l’apparizione di ” Maria Regina degli Angeli Custodi “e Suor Mary Claire una delle sue consorelle presente all’avvenimento, affermava di vedere uno scintillio luminoso che circondava il dipinto di S. Francesco e si estendeva fino al Crocifisso. Ad un certo momento, Paola disse, la Mamma Celeste è presente, ricevette un messaggio che poi trasmise a Madre Angelica e diceva:” Quale gioia dai al Cuore di Gesù tuo amato sposo ” …
Alla quarta decina del rosario, la Madre, sentì che stava guarendo e pensava tra se, ” Signore, in tutti questi anni ti sono stata utile per consolare e per dare esempio a tutti i disabili, se desideri cambiare tale situazione, sono d’accordo. La sensazione che provava di guarigione la avvertì poi più forte una volta che Paola cominciava a pregare imponendole le mani nelle parti malate, sentiva nella schiena e nelle gambe come dell’energia ( non era pranoterapia ) che le procurava un grande benificio, tanto da guarire definitivamente.

Come avvenne la guarigione? Venne chiesto da Paola a Madre Angelica di levare tutti gli strumenti ortopedici tranne per il momento, quello della schiena che indossava da più di quaranta anni conformandosi alla richiesta, una sua consorella si chinò per slacciare i sostegni metallici attaccati alle gambe dell’inferma, poi fece cenno a Suor Agnese di toglierle le scarpe.

La mistica prese Madre Angelica per mano portandola attraverso la stanza come un bambino ai primi passi. Poi la Madre barcollò, suvvia, non abbia paura disse con forza Paola..
La Suora, malsicura, si mosse poco alla volta verso la mistica, con le Suore al suo fianco.
Lasciatela disse Paola, cercando di allontanare le Religiose per avere più spazio.
Madre, non lo faccia , supplicava Suor Agnese.
Agnese, sento caldo alle caviglie disse la Madre, continuando a camminare verso Paola che ripeteva, Non abbia paura.
Impercettibilmente le gambe diventarono più salde mentre attraversava la stanza. I piedi si allinearono lentamente e si raddrizzarono. Paola, appoggiò il Crocifisso di un semplice Rosario sulla schiena e sulle gambe della Madre, sin dall’inizio della recita delle Litanie.
” Camminiamo ” Madre disse Paola, adesso sollevi le gambe come se marciasse, Madre Angelica sollevò gli arti in precedenza invalidi. L’equilibrio ricomparve e l’instabilità scomparve. Ella iniziò così a camminare.
Spalancando la porta del suo ufficio, la Madre disse alle guardie di sicurezza : ” Guardate, né stampelle né apparecchi ortopedici ! Ebbene, sia resa gloria a Dio ! Esclamò Johnny Laurence, una delle guardie, come se avesse appena visto un fantasma apparire alla porta.

Per mettere alla prova le gambe, che da 42 anni circa non rispondevano ai suoi comandi, Madre Angelica attraversò tutto lo studio televisivo, poi salì sulla piattaforma dello show in diretta che appena un’ora prima non era in grado di raggiungere senza assistenza.

Nel Monastero, le Suore erano estatiche alla vista della loro Abbadessa guarita.
L’indomani, la folla si riunì per osservare il miracolo di cui Madre Angelica era stata protagonista. Per accontentare la folla, uscì dal convento, accolta da uno scoppio di lacrime e di risa. La sera del giorno dopo, prima di annunciare pubblicamente la guarigione durante il programma per la gioventù Life on the Rock su EWTN, la Madre incontrò nuovamente Paola con la quale pregò, e chiese questa volta alla Suora, di rimuovere anche l’apparecchio dalla schiena, e così fece.

Tre medici, che esaminarono in modo autonomo Madre Angelica dopo la visita di Paola Albertini, insistettero che la guarigione delle sue gambe fosse tutt’altro che una truffa. Il Dott. Stan Faulkner, l’ortopedico di Suor Angelica, descrisse il cambiamento fisico miracoloso e ritenne che la guarigione si estendesse ben al di là dei suoi arti. ” La Madre ha subito un restringimento del canale spinale in cui sono stati paralizzati i nervi “, affermò Faulkner. ” Onestamente, pensavo che necessitasse di un’ intervento chirurgico, ma tutto è scomparso e tornato alla normalità. E’ guarita meglio di quanto sarebbe avvenuto con un’operazione chirurgica. Oggigiorno non si vedono molti miracoli e dico, che questo è stato un miracolo. ”

Il Dott. David Patton, Primario del reparto di medicina Healthsouth a Birmingham e medico generico della Madre, esaminò a sua volta le gambe. “Sono scettico di natura e quando mi ha parlato della guarigione l’ho espresso con lo sguardo” disse il Dott. Patton, con un largo sorriso. “Non ho mai visto qualcosa di simile. Da un punto di vista fisico, ho constatato un visibile miglioramento della gamba rattrappita. Quando un muscolo è atrofizzato per un lungo periodo di tempo, normalmente non torna come prima “.

Il Dott. Richard May, un interno dell’ospedale di Birmingham, esaminò nascostamente le gambe di Madre Angelica, dopo aver ascoltato varie storie dei suoi colleghi e durante uno dei ricoveri in ospedale della Madre, entrò furtivamente nella sua stanza e diede un’occhiata per conto suo. “Ciò che vidi erano gambe muscolose con tondi polpacci e non le gambe come avrebbero dovuto essere”, disse il Dott. May. Le sue, erano in una situazione migliore di quanto avrebbero dovuto essere alla sua età tenendo presente il suo livello di attività, erano le gambe di qualcuno che aveva camminato parecchio. Per conferire credibilità ai loro rapporti, il Dott. May descrisse se stesso e il Dott. Patton come ” bisbetici cinici : un metodista e un episcopale non certo dediti a correre dietro ai miracoli”.

Lo scopo della guarigione era quello di accrescere la fede dei telespettatori e degli impiegati della rete televisiva, affermò la Madre a Jeff Cavins, ospite di Life on the Rock, durante la trasmissione in diretta del 29 gennaio 1998.